Protezione dei dati e risparmio energetico

L'aumento della richiesta di ospitare sistemi informatici nei datacenter è in rapida crescita, e va di pari passo al consumo di energia. Esistono tuttavia soluzioni in grado di mantenere bassi i consumi. Il proprietario di un datacenter che ha installato unità di raffreddamento ad alta efficienza che impiegano la tecnologia Danfoss risparmia ora il 33% di energia all'anno.

— venerdì 21 novembre 2014 Da Danfoss

In un datacenter gran parte del consumo di energia è da imputare alla rimozione di calore necessaria per mantenere al sicuro i dati, conservandoli alla giusta umidità e temperatura. Un'azienda britannica di soluzioni climatiche ha installato, in un datacenter modulare, unità di raffreddamento che utilizzano compressori Danfoss a velocità variabile. Ciò ha permesso al datacenter di ottenere un eccellente punteggio di efficienza energetica pari a 1,21.

Una recente indagine mostra che il punteggio medio ottenuto da oltre 500 datacenter è di 1,8. Il basso consumo energetico si è tradotto in un risparmio di 1,5 milioni di euro all'anno e del 33% in energia.

Nel datacenter sono state installate 12 unità di raffreddamento a efficienza elevata, ognuna delle quali è dotata di ventole e compressori a velocità variabile che riducono al minimo l'utilizzo di energia e assicurano un controllo accurato e rapido della temperatura.
  
Per ragioni di sicurezza non ci è permesso rivelare il nome e la posizione del datacenter, poiché le informazioni gestite dai suoi server sono spesso confidenziali.

 

Diventa social Partecipa

Vuoi parlare con noi?

Vieni a conoscerci e a scambiare due chiacchiere con noi