Un nuovo quartiere di Amburgo definisce gli standard di sostenibilità

Nel cuore di Amburgo, in Germania, è stato costruito il nuovo quartiere di HafenCity. Si tratta del più grande progetto di sviluppo interno alla città d'Europa e sta definendo nuovi standard di attenzione all'ambiente; gli urbanisti hanno infatti scelto le soluzioni più sostenibili ed economicamente vantaggiose, avvalendosi delle tecnologie Danfoss.

— martedì 10 febbraio 2015 Da Danfoss

Le soluzioni adottate permettono di ridurre al minimo il consumo di energia, calore e raffreddamento negli edifici e negli impianti di approvvigionamento. Ad esempio, tutti gli edifici sono dotati di teleriscaldamento, generato dalla combinazione di centrali elettriche e termiche. La combinazione di elettricità e calore assicura che il calore in eccesso proveniente dalle centrali elettriche sia usato per riscaldare gli edifici di HafenCity e non vada sprecato. È possibile così utilizzare il 90% dell'energia primaria, un concetto facilmente riproducibile in altre città e aree residenziali. Rispetto all'impiego dei combustibili fossili convenzionali, la soluzione permette di risparmiare ogni anno 3,7 milioni di euro in costi di combustibile e 14.000 tonnellate di CO2

Il teleriscaldamento raggiunge gli edifici di HafenCity tramite le sottostazioni Danfoss e i sistemi di acqua calda domestici, garantendo che ogni singolo kilowatt di energia sia usato nel modo più efficiente possibile. Gli edifici sono inoltre dotati di altre soluzioni tecnologiche Danfoss, capaci di monitorare il consumo di energia negli impianti di riscaldamento e raffreddamento e di offrire un confortevole clima interno. 

Grazie a queste soluzioni innovative, Amburgo è riuscita a realizzare il progetto HafenCity e potrà raggiungere l'obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 del 40% entro il 2020. Il 19% delle abitazioni di Amburgo è fornito dal teleriscaldamento, contro il 13% delle altre regioni tedesche. I politici hanno annunciato un'ulteriore espansione delle infrastrutture di teleriscaldamento, con l'obiettivo di collegare, entro il 2020, altre 50.000 abitazioni alla rete di teleriscaldamento.

 

 

Diventa social Partecipa

Vuoi parlare con noi?

Vieni a conoscerci e a scambiare due chiacchiere con noi