Riqualificazione teleriscaldamento in un ospedale di Belgrado, in Serbia

District heating Belgrade Le nuove sottostazioni di teleriscaldamento Danfoss hanno sostituito i vecchi sistemi di riscaldamento presso il Centro Clinico di Belgrado, Serbia.

- lunedì 7 maggio 2018 Da

Nel principale ospedale di Belgrado i sistemi per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria sono stati completamente rinnovati. Un nuovo motore a gas, in combinazione con 58 nuove sottostazioni e una rinnovata rete per il teleriscaldamento, hanno permesso di garantire un approvvigionamento sicuro con un risparmio del 35-40% sui costi energetici e una notevole riduzione del livello di inquinanti.

Nei sotterranei della clinica di maternità dell'ospedale centrale di Belgrado si opera in un ambiente insalubre. I lavoratori della società serba Projektomontaža sono al lavoro per dismettere il vecchio impianto di teleriscaldamento e le condutture di acqua calda, e sostituirle con una nuova e più moderna sottostazione. Un notevole passo avanti, dal momento che la riqualificazione dei sistemi di teleriscaldamento di Belgrado aiuta a garantirà la disponibilità di energia per molti anni a venire. Il comune ritiene che la combinazione di calore ed energia con i sistemi di teleriscaldamento sia semplicemente la fonte di approvvigionamento più efficiente. Soprattutto quando la rete è già presente, come nel caso di Belgrado.

Risparmi eccezionali

"L'installazione di 58 nuove sottostazioni Danfoss ci farà risparmiare il 35-40% sui costi energetici", spiega il direttore tecnico dell'ospedale, Ratomir Ivosevic, accompagnandoci tra gli impianti. Continua Ivosevic: "Abbiamo installato un sistema di monitoraggio centrale, una nuova rete completa di tubi tra le sottostazioni e una nuova caldaia a gas. La nuova soluzione sostituisce 17 vecchie caldaie a petrolio e a carbone inquinanti, che erano distribuite in tutta l'area ospedaliera".

L'ospedale è il più grande e specializzato del paese con più di 50 edifici collocati in oltre 100.000 metri quadrati di terreno nel centro di Belgrado. "Un sistema energetico affidabile è semplicemente indispensabile, trattandosi del principale ospedale di Belgrado, in cui vengono eseguiti interventi chirurgici ed operazioni molto complesse. Siamo molto soddisfatti del traguardo raggiunto", afferma Ratomir Ivosevic.

Esigenze diverse

Le sottostazioni dell'ospedale di Belgrado sono dotate di 2 scambiatori per ogni edificio– uno per riscaldamento ed uno per la produzione di acqua calda sanitaria. Le nuove sottostazioni gestiscono l’erogazione della quantità richiesta di acqua calda e calore tramite il collegamento al motore a gas, la fonte centrale di energia per l’intero ospedale. "Il principale vantaggio è rappresentato dalla possibilità di garantire temperature molto precise, fornendo calore e acqua calda perfettamente in linea con la reale richiesta, senza sprechi. Alimentiamo istituti, cliniche e strutture di stoccaggio che hanno esigenze molto diverse. A seconda della tipologia di edificio, i requisiti possono essere estremamente variabili, in funzione anche dell'ora e del giorno della settimana. Alcuni edifici richiedono una fornitura di calore e acqua continua per 24 ore, altri no. Uno dei vantaggi più importanti offerti dal sistema è la possibilità di programmazione, in quanto i comandi di accensione e spegnimento, attivazione e disattivazione sono ora totalmente digitalizzati. E grazie al sistema operativo centrale è possibile rilevare qualsiasi malfunzionamento molto in anticipo e quindi intervenire prima che gli utilizzatori ne subiscano le conseguenze. Ttutto ciò permette di ottenere enormi risparmi energetici garantendo all'ospedale un migliore ritorno economico”, conclude Ratomir Ivosevic.

Jelena Jocić, coordinatrice Marketing Communication di Danfoss Serbia, ci accompagna nei sotterranei dell'ospedale centrale di Belgrado. "Stiamo fornendo le sottostazioni completamente preassemblate. E proprio questo approccio ci sta rendendo più competitivi e apprezzati dai clienti. Il nostro punto di forza è la nostra esperienza di lunga data, nello sviluppare moderne ed affidabili tecnologie di teleriscaldamento. A ciò aggiungiamo la collaborazione con i partner locali: appaltatori, installatori e integratori di sistema, un elemento chiave del nostro lavoro. Questo tipo di soluzione, il pacchetto, è adatto a tutti coloro che devono modernizzare i propri sistemi", afferma Jelena Jocić.

Questa è una sottostazione Danfoss

Una sottostazione prefabbricata completamente attrezzata viene consegnata da Danfoss al cliente. L'installazione e la messa in servizio sul posto avvengono in stretta collaborazione con Traco, partner di lunga data di Danfoss, e la società appaltatrice Projektomontaza.

La sottostazione Danfoss è un prodotto completo, progettato e collaudato secondo lo scambio termico, il bilanciamento e controllo richiesti. È dotata di tubazioni, pompe, scambiatori e sistemi di bilanciamento e regolazione. La gamma componenti Danfoss per le sottostazioni comprende scambiatori di calore a piastre, controllori elettronici (per la compensazione climatica) e sensori, così come valvole di controllo motorizzate, regolatori di pressione differenziale, di portata, e misuratori di energia ad ultrasuoni. Tutte le funzioni di controllo sono ottimizzate in base al design della sottostazione. Il progetto è finanziato dalla Banca Mondiale.

Informazioni sulle sottostazioni Danfoss installate

Gamma di potenza:

• Riscaldamento indiretto: 100-2000 kW e oltre

• Produzione indiretta di riscaldamento e produzione di ACS: 10-350 kW e oltre

Tipo di scambiatori di calore: saldobrasati

Intervallo di temperatura:

• Riscaldamento: 110-75/70-90°C

• ACS: 70-25/10-60°C

Flange PN: PN16

Tipo di connessione: flangiata

Lotta contro i cambiamenti climatici: Micro CHP in combinazione con il teleriscaldamento

L'utilizzo del teleriscaldamento connesso a microcogeneratori è uno dei sistemi più raccomandati dalla strategia energetica dell'Unione Europea per raggiungere gli obiettivi in merito alle emissioni per il 2020. La cogenerazione in combinazione con un sistema di teleriscaldamento è un modo estremamente efficace di fornire energia, poiché il calore in eccesso generato dalla produzione di energia elettrica viene utilizzato per il riscaldamento. Sostituire le vecchie caldaie a carbone o a gasolio con un efficace motore centrale a gas naturale può far risparmiare enormi quantità di energia. Questo motore è collegato a sottostazioni localmente posizionate in una rete di teleriscaldamento.

Un sistema di monitoraggio centrale offre la possibilità di gestire un regime molto accurato di temperature, evitando così sprechi. La cogenerazione combinata con i sistemi di teleriscaldamento abbasserà il livello d’inquinamento in conformità con le norme dell'Unione Europea. Un moderno motore centrale a gas naturale emette minor CO2 rispetto alle vecchie caldaie a carbone o a gasolio ed è quindi la scelta migliore nella lotta contro i cambiamenti climatici. Le sottostazioni dell'ospedale di Belgrado sono dotate di scambiatori di calore separati per il teleriscaldamento e per l'acqua sanitaria, per ogni edificio. Negli edifici le nuove sottostazioni gestiscono la quantità richiesta di acqua calda e calore tramite il collegamento al motore a gas, la fonte centrale di energia dell'ospedale.

 

 

District heating Belgrade 2

 

Diventa social Partecipa

Vuoi parlare con noi?

Vieni a conoscerci e a scambiare due chiacchiere con noi