Building efficiency

  • Gli edifici europei ci possono salvare

    È ora di svegliare il gigante addormentato. Un nuovo studio rivela che gli edifici in Europa offrono un potenziale enorme dal punto di vista del risparmio energetico. Possiamo sfruttare le opportunità nascoste dietro il calcestruzzo, il vetro e l'acciaio, creando significativi risparmi, posti di lavoro e luoghi migliori in cui vivere.

  • La semplice verità sugli edifici europei

     

    Passiamo la maggior parte del nostro tempo all'interno di edifici: lavorando, facendo acquisti, studiando e dormendo. Non stupisce, quindi, che gli edifici consumino molta energia.

    Il mantenimento dei corretti livelli di temperatura e di qualità dell'aria rappresenta la principale voce di consumo all'interno degli edifici, le cui prestazioni vengono gestite attraverso gli impianti di riscaldamento, raffrescamento e ventilazione, comunemente detti sistemi tecnici per l'edilizia. Un'eventuale installazione scorretta o un funzionamento non ottimizzato comportano consumi crescenti, aumento dei costi in bolletta e maggiori emissioni di CO2.

    Tutto questo si può evitare. Semplici accorgimenti potrebbero contribuire a ridurre lo spreco di energia, tagliare i costi e rendere i nostri edifici dei luoghi più sani, più confortevoli e più produttivi.

     

  • del consumo totale di energia nell'UE è utilizzato per riscaldare e raffrescare i nostri edifici

    delle emissioni di anidride carbonica nell'UE proviene dagli edifici

    dei consumi di energia in una famiglia media riguarda il riscaldamento ed il affrescamento

    spesi dai cittadini dell'UE per il riscaldamento e la produzione di acqua calda in un anno

    le persone nell'UE che hanno difficoltà a riscaldare bene la propria casa

    i cittadini dell'UE che vivono in edifici in cui sono presenti concentrazioni pericolose di sostanze inquinanti a causa di una ventilazione inadeguata

  • Gli edifici devono avere un sistema nervoso centrale

    Esistono tecnologie che hanno dimostrato di poter rendere più efficienti i nostri edifici ed i relativi impianti, ma ancora non utilizzate nella maggior parte degli edifici. Queste tecnologie sono come il sistema nervoso centrale di un edificio e sono tutte collegate tra loro. Gestiscono il riscaldamento, il raffrescamento e la ventilazione e controllano tutto ciò che avviene all'interno di un edificio in termini di condizioni ambientali, compresa la quantità di energia che viene utilizzata.

    L'ottimizzazione dei sistemi tecnici per l'edilizia non solo rende gli ambienti interni più efficienti, ma permette a chi li utilizza di comprendere meglio il suo spazio, gestendo proattivamente i consumi energetici e mantenendo un ambiente sano, confortevole e produttivo, adattandolo ai propri gusti.

    Il costo di tali modifiche è limitato e possono essere facilmente implementate anche in contesti di ristrutturazione esistenti: i vantaggi in termini di risparmio energetico ed economico possono essere notevoli

  • Riscaldamento
    Controlli individuali per camera; bilanciamento idronico automatico; pompe a velocità controllata

    Acqua calda sanitaria

    Bilanciamento termico automatico

    Climatizzazione
    Controlli per singolo ambiente; compressori a velocità variabile

    Ventilazione
    Controllo meccanico variabile

  • Ridurre gli sprechi di energia e progettare il benessere per milioni cittadini europei

    Esistono tecnologie che hanno dimostrato di poter rendere più efficienti i nostri edifici ed i relativi impianti, ma ancora non utilizzate nella maggior parte degli edifici.
    Queste tecnologie sono come il sistema nervoso centrale di un edificio e sono tutte collegate tra loro.
  • Raggiungere gli obiettivi di efficienza energetica grazie a soluzioni semplici ed affidabili

    Il completamento, entro il 2050, della transizione dell'UE verso un'economia a bassa emissione di CО2 richiede la completa decarbonizzazione dei nostri edifici.
    Con una percentuale di rinnovamento del patrimonio edilizio che oggi è pari all'1%, non riusciremo a raggiungere né l'obiettivo EU 2030 di efficienza energetica né l'obiettivo di decarbonizzazione fissato per il 2050.
    E' evidente l'esigenza di accelerare l'ammodernamento degli edifici esistenti. Per raggiungere questo obiettivo, occorre garantire che i sistemi tecnici per l'edilizia perino con la massima efficienza. 

    Edifici esistenti: rendere l'efficienza davvero efficiente

  • Per l´utente

    • Riduce i costi in bolletta
    • Migliora il comfort, la salute, il benessere e la produttività
    • Si ripaga in fretta 

    Per le città ed i centri abitati

    • Abbatte le emissioni di CO2
    • Riduce il consumo di combustibile
    • Permette di realizzare sistemi di gestione intelligente dell'energia 

    Per proprietari, tecnici e consulenti  

    • Tecnologia collaudata e facile da realizzare
    • Offre un business case per l'efficienza energetica
    • Aumenta il valore della proprietà e riduce i reclami 

    Per l'UE e gli stati membri dell'UE

    • Riduzione delle emissioni di CO2 a livello nazionale ed europeo
    • Aiuta a raggiungere obiettivi climatici ambiziosi
    • Riduce le importazioni di energia e rafforza la sicurezza nella fornitura

  • Accelerare il processo di connessione ed efficientamento degli edifici

    Questo è il momento di agire

    L´analisi della direttiva europea sulle prestazioni energetiche degli edifici (EPBD) presenta un'imperdibile opportunità di accelerare l'ottimizzazione dei sistemi tecnici per l'edilizia. Questo è il percorso migliore raggiungimento dei nostri obiettivi.

    Punti chiave per far sì che accada:
  • 1. Applicazione dei requisiti esistenti

    • Applicazione delle disposizioni esistenti, in particolare l'articolo 8 dell'attuale EPBD.
    • Orientamento per gli stati membri sull'attuazione dell'EPBD, sostenuto da esempi di buona pratica per diversi tipi di costruzione.
    • L'applicazione dovrebbe essere semplificata adottando almeno i requisiti obbligatori sulle funzionalità chiave. 

    2. Indicatore di intelligenza

    • Dovrebbero anche comprendere l'impiego di strumenti esistenti, come il passaporto per ristrutturazioni edilizie o il nuovo indicatore di intelligenza, per stimolare la diffusione nel mercato.
    • Valutare e documentare le prestazioni energetiche dei sistemi tecnici per l'edilizia per aumentare la consapevolezza dei possibili vantaggi in termini di efficienza e per generare la domanda.

    3. Terminologia uniforme

    • È necessaria una maggiore uniformità nella terminologia utilizzata dalla Commissione Europea per evitare indecisioni e incomprensioni tra investitori ed utilizzatori.
    • Occorre introdurre requisiti chiari per le funzionalità chiave per incoraggiare l'attuazione dell'EPBD negli stati membri. 

    4. Armonizzazione degli standard

    • Normative, standard e collaudi devono concentrarsi sulle prestazioni del sistema, oltre a riguardare i singoli prodotti, e dovrebbero essere più espliciti sui requisiti di prestazione energetica dei sistemi tecnici e sulle funzionalità chiave.
    • Gli stati membri devono tenere traccia dei progressi attraverso una raccolta di dati a livello nazionale sulle condizioni dei sistemi tecnici negli edifici esistenti.

    5. Chiarezza sul percorso di ristrutturazione profonda

    • Gli stati membri devono includere l'ottimizzazione dei sistemi tecnici per l'edilizia nelle loro strategie nazionali di ammodernamento e attuare strategie per un radicale rinnovamento.
    • Per raggiungere questo obiettivo, la Commissione Europea e la EPBD dovrebbero fornire una graduatoria chiara e completa di tutte le misure disponibili basatе su a) quanto velocemente possono far risparmiare sui costi e sulle emissioni di carbonio e b) quanto efficacemente faciliteranno l'attuazione delle misure successive.
    • La Commissione Europea deve inoltre evidenziare il ruolo dei sistemi di controllo nell'equilibrare le perdite minime di energia, i guadagni interni e i restanti fabbisogni energetici negli edifici a energia quasi-zero (NZEB). 

  • Edifici esistenti: rendere l'efficienza davvero efficiente

    La società di consulenza energetica Ecofys ha pubblicato di recente un rapporto completo in cui affronta queste problematiche a livello UE. Il rapporto, "Ottimizzare l'uso dell'energia nei sistemi tecnici degli edifici".
    Dallo spreco al guadagno: sbloccare il potenziale di risparmio energetico degli edifici
  • I vantaggi di un nuovo approccio all'efficienza degli edifici

    Per l´utente
    Per le città ed i centri abitati
    Per uffici
    Supermarkets
  • Pensare al futuro: 

    edifici connessi e sistemi di gestione intelligente dell'energia

    Considerando che per il 2030 le fonti rinnovabili forniranno il 27% dell´energia che consumeremo, il passaggio a sistemi energetici intelligenti e versatili diventa una necessità.

    Trasformando gli edifici commerciali in fornitori versatili di energia, possiamo colmare il divario tra la domanda e l'offerta, ridurre i costi per gli utenti ed aiutare gli operatori ad integrare le energie rinnovabili. 

    Le soluzioni Danfoss realizzate nei supermercati possono anche rendere più efficiente l'utilizzo di energia da fonte eolica o solare, immagazzinando l'energia termica in batterie di raffreddamento e offrendo una maggiore versatilità ai gestori di rete.

    Con l'introduzione della CO2 come refrigerante, i supermercati possono utilizzare il surplus di calore proveniente dalle unità di refrigerazione a CO2 per riscaldare l'ambiente e l'acqua, sia all'interno degli edifici che alimentando il sistema di
    teleriscaldamento locale.

    Edifici esistenti: rendere l'efficienza davvero efficiente

Diventa social Partecipa

Vuoi parlare con noi?

Vieni a conoscerci e a scambiare due chiacchiere con noi